Maria Vincenza Giacobbe

 

 

(Gioia Tauro, 1955)

Vive e lavora a Milano. Insegna scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera. Maria Vincenza Giacobbe assembla materiali semplici dando vita a forme compatte e dinamiche, severe ed eleganti, inglobate in steli d’acciaio e in scatole di bronzo e plexiglass che, oltre a fare da supporto, contengono e definiscono le opere. Negli ultimi lavori l’artista utilizza sovente la carta dei rotocalchi, che, una volta accartocciata, viene compattata con colla e gesso: i colori frantumati della stampa divengono pigmenti pittorici cangianti. Oltre alle sculture, Maria Vincenza Giacobbe realizza microfusioni in oro e argento, creando originali anelli, bracciali e collane che rispecchiano la sintesi della sua ricerca scultorea: i suoi gioielli divengono opere per progetti di ben più ampio respiro. Hanno scritto e si sono interessati al suo lavoro: Lucio Barbera, Paolo Barrile, Domenico Cara, Silvio Ceccato, Antonella Fiori, Pedro Fiori, A.G. Fronzoni, Giorgio Titonel. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Fra le più recenti: Galleria Antonio Battaglia, Milano; Galerie Editions Otalia, Parigi; Galerie Bertrand Kass, Innsbruck; Theatre Des Capucins, Lussemburgo; Casa della Cultura Leonida Repaci, Palmi; Castello di Roquebrune, Montecarlo; Museo Zucchi Collection, Milano.